06.267.86.89 cell.347.734.3964

Galleria Fotografica

Galleria Fotografica

Escursioni nella natura


 

Archeotrekking e passeggiate nella storia


 

I grandi sentieri storici


 

Viaggi nella natura in Italia e all’ estero


 

Viaggi culturali in Italia e all’ estero


Visite culturali


I viaggi del cuore

« back to album

CICLADI NAXOS ESTATE 2017 WWW.SENTIEROELFI.NET Naxos ha numerosi siti archeologici, musei, monumenti storici, chiese e monasteri e antiche dimore. Tra le più interessanti attrazioni di Naxos sono i kouroi, enormi statue (incomplete) di giovani ignudi. Queste statue sono l'esempio di cosa veniva realizzato con il marmo di Naxos, uno dei tipi più pregiati al mondo. Ancora oggi esistono sull'isola alcune cave dal quale viene estratto il marmo, utilizzato non soltanto in Grecia, ma esportato in tutto il mondo. La Città di Naxos, chiamata anche Chora (il villaggio), è il capoluogo e il centro più vivace dell'isola. Qui si trova il monumento più celebre di Naxos, la Portara, un enorme portale di marmo. Era l'ingresso di un tempio di Apollo, voluto dall'ambizioso tiranno Ligdami intenzionato a costruire il più grande tempio della Grecia. In realtà, il tempio non fu mai terminato. La Portara si trova su un isolotto di nome Palatia, collegato all'isola da una striscia di terra. Uno dei migliori momenti per ammirare la Portara è al tramonto, quando il sole si getta nel mare passando dietro l'enorme arco. La zona più bella della Chora è il Kastro, la cittadella fortificata edificata dai Veneziani al fine di difendere la popolazione dai continui attacchi dei pirati che scorrazzavano in lungo e in largo il mar Egeo: un incredibile labirinto di stradine, scalinate, gallerie che si fanno spazio tra gli eleganti palazzi d'epoca veneziana, molti dei quali oggi sono sede di musei, gallerie d'arte e spazi per concerti musicali. A circa 5 km dalla Città di Naxos, in un'ampia e verde vallata, si trovano le rovine del Santuario di Dioniso, un importante esempio di architettura templare d'ordine ionico. In località Gyroulas si trovano le rovine del Tempio della dea Demetra, uno dei siti archeologici più importanti di Naxos. Sparse per tutta l'isola, le torri di Naxos erano parte di un ingegnoso sistema difensivo che comprendeva l'avvistamento delle navi nemiche che si avvicinavano all'isola e un sistema di comunicazione tramite segnali che venivano trasferiti di torre in torre in modo da diffondere le informazioni in ogni angolo dell'isola. A Naxos ci sono borghi ancora legati alle tradizioni, come il villaggio di Apiranthos, ubicato in una fresca zona collinare. Viene chiamato il villaggio di marmo perché le stradine e gli edifici sono stati costruiti con il marmo estratto dalle cave dell'isola. Tra le sue stradine ben cinque musei, alcuni davvero curiosi e interessanti...CICLADI NAXOS ESTATE 2017 WWW.SENTIEROELFI.NET