06.267.86.89 cell.347.734.3964

Galleria Fotografica

Galleria Fotografica

Escursioni nella natura


 

Archeotrekking e passeggiate nella storia


 

I grandi sentieri storici


 

Viaggi nella natura in Italia e all’ estero


 

Viaggi culturali in Italia e all’ estero


Visite culturali

« back to album

Castello Savelli e Convento San Francesco Palombara Sabina visita del Sentiero degli Elfi del 26 novembre 2017. SITUATO NEL PUNTO PIU' ALTO DEL PAESE, da cui partono a spirale le vie che attraversano il centro abitato, e' il piu' grande del Lazio, molto vasto e dalla struttura architettonica complessa e articolata, ricca di edifici, sale, fortificazioni e camminamenti. Siamo stati tra i primi A VEDERE IL CASTELLO DI PALOMBARA SABINA APPENA RESTAURATO AMMIRANDO UNA VENTINA DI STANZE AFFRESCATE E CAMMINAMENTI, FORTIFICAZIONI E PANORAMI MOZZAFIATO VISIBILI DALLE MURA DEL CASTELLO!!! Inoltre abbiamo visitato il CONVENTO DI SAN FRANCESCO anch'esso restaurato da poco, che racchiude il bellissimo affresco della FLAGELLAZIONE DI CRISTO risalente al 15mo secolo. Le prime notizie sul castello di Palombara risalgono al IX sec. e la sua esistenza fu annotata nel registro Sublacense del 1064. Esso sorse su un castrum costituitosi dopo l’invasione longobarda e nel XII sec. aveva già assunto una forma quadrangolare che inglobava il palatium precedente. Dal 1216 risulta possedimento dei Savelli, che tra il XIII ed il XV sec. apportarono delle modifiche aggiungendo il cosiddetto "muro del soccorso",una galleria chiamata così perché i balestrieri potevano correre fino al torrione e tornare alla rocca senza essere visti. In seguito, durante la signoria di Giacomo e Troilo Savelli (1480), si ebbe una vera e propria ristrutturazione generale che lo trasformerà in residenza baronale. La struttura così raggiunta rimase nella guerra tra il papa Paolo IV e gli spagnoli. Il castello era una vera roccaforte adatta a resistere agli assedi. Tra le innumerevoli sale, tra affreschi e grottesche, dobbiamo ricordare il bellissimo Salone degli Eroi Romani e lo Studiolo con gli affreschi allegorici delle Arti Liberali, entrambi affrescati nel 1514 da Baldassare Peruzzi, collaboratore di Raffaello. ... Baldassarre Peruzzi ... ma c'è chi dice che siano di Raffaello Sanzio, o perlomeno della sua scuola ... Alcuni anni fa, infatti, nel corso di una serie di restauri, sono stati rinvenuti degli affreschi del XVI sec. in due locali: in un piccolo studio privato e in un salone una bellissima decorazione ad affresco di inizio Cinquecento raffigurante una serie di ritratti di eroi romani, appartenenti ad un periodo che va dalla Monarchia fino alla Repubblica, tra cui Attilio Regolo ... In uno studiolo abbiamo visto allegorie delle arti liberali (Astronomia, Musica, Retorica, Aritmetica, Geometria e Dialettica) incorniciate da grottesche con arpie, festoni, finti tendaggi e paraste dipinte. Abbiamo trovato anche reperti archeologici di eta' classica. Abbiamo visitato, poi, l’affascinante complesso del Convento di S. Francesco del 1459 ( Permesso Speciale ) i cui restauri, in via di completamento, hanno fatto scoprire magnifici affreschi e decorazioni ricoperte dalla calce. Ammireremo gli affreschi appena ritrovati della Cappella della Madonna, nel bellissimo Chiostro che ospita i 43 dipinti sulla vita di S. Francesco; inoltre l’antico Cenacolo dei monaci, che racchiude un bellissimo affresco rappresentante l’Ultima Cena. Tra i tanti dipinti e affreschi presenti nel vasto complesso come non ricordare il bellissimo affresco della Flagellazione di Cristo, risalente al 15° sec.. ricco di particolari e con uno splendido paesaggio naturale sullo sfondo. Una visita culturale in cui abbiamo ammirato magnifici luoghi di storia e di arte appena restaurati. CASTELLO SAVELLI E CONVENTO DI SAN FRANCESCO A PALOMBARA SABINA VISITA DEL 26 NOVEMBRE 2017


I viaggi del cuore